Home / Tecnologia / Zooart partecipa a Europe for Festival Festival for Europe – EFFE
zooart-effe-europe-for-festival
zooart-effe-europe-for-festival

Zooart partecipa a Europe for Festival Festival for Europe – EFFE

Siamo lieti di comunicare che siamo riusciti a partecipare al bando di Effe Label.

Effe, che è l’acronimo di Europe for Festival Festival for Europe è una organizzazione che si occupa di promuovere e inserire nel proprio calendario i festival Europei che si occupano di Arte, nonché di premiare i migliori festival con l’Effe Award

Siamo riusciti ad iscriverci alla selezione per l’anno 2017 – 2018 descrivendo ZooArt e cercando di trasmettere il messaggio di un’arte che nonostante Ortona non sia una grande città d’Arte Europea,  abbatte queste barriere di gabbie virtuali e proietta il suo messaggio a tutta l’Europa.

Non è stato semplice trasmettere le idee e i messaggi che l’Associazione ZooArt Ortona voleva che venissero prese in considerazione dallo staff di Effe Label, ancora più difficile è stato scriverlo in lingua inglese, l’unica accettata da Effe. Ancora una volta lo spirito di ZooArt ci ha portato verso la soluzione; siamo riusciti a mettere insieme tutti i testi e a distanza di poche ore dalla chiusura del bando di iscrizione, ci siamo ritrovati con la necessità di trasformali in inglese, ma grazie a Sara Mancinelli, che ringraziamo per il suo prezioso aiuto nel tradurre i testi, siamo riusciti nella consegna.

Vi alleghiamo di seguito i testi e i messaggi scritti nel bando di partecipazione in modo che questi possano farvi comprendere che dopo 12 anni siamo ancora presenti e sempre più convinti che ZooArt è una realtà vera.

 

ZooArt, festival di pittura e arti non convenzionali,  fin dalla sua nascita, nel giugno 2006, è un centro di attrazione per artisti e creatori emergenti. Arrivato alla dodicesima edizione è cresciuto negli anni grazie al supporto di un gruppo di artisti locali e sostenitori della omonima associazione ed alla partecipazione di artisti di vario genere.

Gli artisti che partecipano alla rassegna, che dura due mesi, sono sia artisti esordienti che personalità più affermate nel campo artistico, che cercano visibilità e vogliono esporre o creare le loro opere in un luogo unico, si tratta infatti di un ex zoo comunale, che fino a prima della rinascita era stato abbandonato dalla città.

L’associazione ZooArt ha convertito il parco, che verteva in uno stato di totale abbandono, in un luogo all’avanguardia per l’arte e la creatività.

Gli ideatori di ZooArt hanno da sempre immaginato l’iniziativa come spazio creativo, da qui il sottotitolo “Gabbie aperte alla creatività”, stimolando nel singolo partecipante l’idea di performare direttamente durante la rassegna: un laboratorio artistico dove stili diversi e personalità creative si mischiano, creando un connubio unico nel suo genere.

Pensata in questo modo sin dalle sue origini, il festival rappresenta da sempre un’opportunità per artisti giovani ed emergenti, cui viene richiesto come condizione per partecipare, appunto di “mescolarsi” con gli altri e utilizzare gli spazi assegnati non solo per esporre le proprie opere ma soprattutto come Laboratorio.

Frequentato da molte persone, il festival è riuscito a creare una serie di rapporti tra gli artisti che vi hanno partecipato tale che in taluni casi sono nate amicizie o collaborazioni con la nascita di nuove entità al di fuori della rassegna.

ZooArt permette un’esperienza innovativa ai visitatori accompagnandoli in un viaggio tra passato, presente e futuro, con visite guidate, cineforum, concerti musicali, presentazioni di libri e teatro. La rassegna ha una programmazione certosina degli eventi che quotidianamente spaziano a tutte le forme di performance sia al chiuso, proprio all’interno delle gabbie dell’ex zoo,  che all’aperto, nel parco, dando molta importanza alla sperimentazione dell’artista, e alla sua presentazione al pubblico cercando trasmettere le sue idee e di farle comprendere al pubblico.

Le collaborazioni sono uno degli assi portanti per il progetto ZooArt, sia con altri festival che con professionisti, che intravedono in questo festival un’occasione unica per creare qualcosa di nuovo e progettare insieme nuove occasioni creative.

ZooArt è attiva da 12 anni nella città che la ospita ed ormai fa parte degli eventi che la città si aspetta ogni anno, nonostante si tratti di una piccola città di provincia, molto legata alle tradizioni e al passato.

In ambito artistico ZooArt rappresenta appunto l’arte moderna per la città, andando a posizionarsi come riferimento per le arti creative e a contrapporsi ai canoni di un’arte che si può definire classica ed universalmente riconosciuta.

Il festival permette ad operatori e aziende del posto di partecipare e fondersi con il festival andando a creare servizi e intrattenimento per il pubblico, che trova nel festival, oltre l’aspetto artistico un punto di ritrovo e di aggregazione adatto a persone di ogni età e cultura.

Il programma di ZooArt include eventi artistici, musicali, teatrali, letterari, concorsi, scientifici,  atti a promuovere i partecipanti e a creare un arricchimento culturale del pubblico coinvolgendolo in maniera diretta.

L’associazione che ha creato ZooArt ha stretto nel tempo, legami con altre associazioni, enti e società del posto creando una rete di collaborazioni creando un business innovativo.

ZooArt ha ospitato artisti e performer stranieri, instaurando rapporti collaborativi al di fuori del territorio Italiano, in modo embrionale.

Obiettivo di ZooArt è quello di internazionalizzare il festival, aprendolo a paesi della Comunità Europea creando partnership con enti, musei, associazioni e festival presenti negli stati Europei.

Dalla terza edizione del festival è nato il rapporto più importante per quanto riguarda la storia di ZooArt, l’incontro con l’architetto F. Biancatelli. che ha prima elaborato un progetto preliminare, poi divenuto definitivo, per il recupero degli spazi (di cui finora è stato realizzato il primo lotto) e successivamente ha elaborato altri preliminari che implementano l’idea progettuale tesa a far diventare lo spazio creativo totale.

ZooArt parteciperà ad uno dei bandi proposti da Europa Creativa con l’intenzione di ampliare lo spazio espositivo, dotarlo di servizi e renderlo fruibile tutto l’anno. Inoltre vorremmo realizzare un mini-cinema nello spazio della Funicolare, riportata parzialmente alla luce nel 2016.

 

A proposito di Zooart

Vedi anche

Zooart i 4 giorni del Perdono Ortonese – 3 4 5 6 Maggio 2019

Zooart Ortona presenta 📣 💚 I 4 GIORNI DEL PERDONO 💚 In concomitanza con le Feste Patronali Ortonesi …