Home / Arte / Zooart OneDay 4 Maggio 2018 – Laboratorio, Performaces, Musica, Tesseramenti
zooart-copertina-evento-4-maggio

Zooart OneDay 4 Maggio 2018 – Laboratorio, Performaces, Musica, Tesseramenti

zooart-one-day-evento-4-maggio

Il Comune di Ortona e Zooart Ortona, venerdì 4 maggio, presentano:
ZOOART ONE DAY.

– alle ore 11 presso la Sala Consiliare del Comune di Ortona:
Presentazione di ZOOART | Achtung – 13ª Rassegna delle Arti Contemporanee Città di Ortona.
Presentazione catalogo “Progetto Zooart 2006 – 2018”, a cura dell’Associazione Culturale Zooart Ortona.

– dalle ore 14 alle 24 presso lo spazio dell’ex-zoo comunale sottostante la Passeggiata Orientale:
ONE DAY!
Oltre a poter vivere una versione “short” della Rassegna, con laboratorio artistico, dj’s local e performances, ci si potrà tesserare, acquistare il catalogo o effettuare donazioni presso l’info-point, per sostenere l’Associazione che cresce sempre di più e si trova ad affrontare maggiori impegni e responsabilità.
Ma state pur certi che ZOOART, da sempre, da indietro il doppio di quello che riceve in termini di offerta. E quest’anno vuole offrirvi la miglior Rassegna di sempre.

Il Comune di Ortona e l’Associazione Zooart Ortona vi aspettano per aprire le feste patronali del Perdono all’insegna del bello e dell’arte!

www.facebook.com/zooart.ortona/

Giusto due info…

Il volume “Progetto Zooart 2006-2018” è il racconto in immagini e testi di dodici anni di ZOOART – Rassegna delle Arti Contemporanee Città di Ortona, nata da un sogno scaturito dall’idea di recuperare l’area sottostante la Passeggiata Orientale, uno dei luoghi più cari agli ortonesi, che nel 2005 verteva in uno stato di assoluto abbandono.
La 13ª edizione di ZOOART vede tra le tante novità che vi comunicheremo un assetto migliorato delle infrastrutture, un nuovo info-point, un miglioramento dell’attrezzatura tecnica e tecnologica, una rafforzata collaborazione con il Comune di Ortona e molto altro ancora, tra cui diverse sorprese a livello artistico.
Ha come titolo “Achtung!”, a seguito del viaggio invernale a Berlino e in onore della collaborazione nata tra l’Associazione e diversi artisti berlinesi. E anche per sottolineare la giusta attenzione che ognuno di noi dovrebbe porre nel cercare di migliorare le cose, per non vivere in un mondo che sempre di più sta perdendo la cognizione del bello e del giusto.

ZOOART
La storia di ZOOART è la storia del recupero di uno spazio, sottostante l’ultima parte della Passeggiata Orientale, che un tempo fu adibito ad una sorta di Zoo Comunale, cosa che al giorno d’oggi sarebbe stata irrealizzabile vista l’attenzione posta dalla società odierna verso la tutela degli animali. Per fortuna la famigerata avventura zoologica fu presto abbandonata, ma al contempo le gabbie che ospitarono gli animali e tutta l’area del verde pubblico che le faceva da cornice naturale si avviarono verso uno stato di totale degrado. Nel 2005 sporcizia, incuria, bivacco di gente poco raccomandabile e molti altri aspetti negativi, sui quali preferiamo sorvolare, la facevano da padrona.
Così Gabriele e Tommaso immaginarono una totale trasformazione del sito e nel 2006 organizzarono la prima edizione di ZOOART. Allora della durata di pochi giorni e ora avente un decorso di due mesi, dopo 13 anni è divenuta una delle più longeve e importanti rassegne artistiche d’Abruzzo. Dentro e fuori le gabbie al posto di animali indifesi oggi ci sono pittura, musica, scrittura, recitazione, scultura, poesia, fotografia, arti visive, arti culinarie, cineforum, performances live. Il tutto accompagnato dai servizi dello Zoo Bart, il primo bar dentro una gabbia, con vista mare. Sì, perché la bellezza dello scenario di ZOOART è alimentata, oltre che dal recupero del sito e dal verde circostante, anche dalla visione dell’Adriatico che lascia salire la propria brezza marina, rendendo ancor più piacevole l’esperienza di trovarsi letteralmente immersi nell’arte, in un vero e proprio palcoscenico naturale. Altro punto di forza è la galleria di partenza dell’ex-funicolare risalente ai primi anni del ‘900 che dalla Passeggiata Orientale, fino alla IIª Guerra Mondiale, conduceva ad una spiaggia molto frequentata dai bagnanti. Oggi l’Associazione ha riportato alla luce i binari sotterrati da terra e detriti derivanti dai bombardamenti e dagli orrori della guerra, facendo diventare il sito al contempo sia un Museo della Funicolare che un luogo perfetto per proiettare filmati e organizzare dj set, in una cornice a dir poco affascinante, sempre fronte mare, illuminata da luci a led visibili dal porto.
Tante persone si sono susseguite nel corso degli anni per realizzare quel sogno venuto alla luce nel 2005 ad opera di quei due lungimiranti ragazzi. Ma l’opera non può dirsi di certo finita.
L’Associazione cresce sempre di più e lo Spazio Zooart è un continuo work-in-progress, perché i sognatori non si fermano mai. E la Città di Ortona merita di tornare ai fasti di un tempo, a quando D’annunzio nei suoi versi la definì “la perla dell’Adriatico”.

A proposito di Zooart

Vedi anche

Zooart 2019 L.I.F.E. dal 21 Giugno al 8 Settembre

🍀 ZOOART L.I.F.E. 🍀 • XIV Rassegna delle Arti Contemporanee Città di Ortona • dal …